!css

Mettere a disposizione degli investori un sistema di parametri di valutazione ambientale open source

05/09/2019

Mettere a disposizione degli investitori un sistema di parametri di valutazione ambientale open source a supporto della performance finanziaria

Un contesto pressante

Nell'ultimo decennio, il crescente numero di impegni pubblici nella sfera finanziaria per monitorare e ridurre l'impatto ambientale degli investimenti e lo sviluppo di prodotti di divulgazione e di investimento sul tema hanno dimostrato la volontà del settore finanziario di partecipare concretamente alla transizione ambientale in corso. Nuove leggi più o meno vincolanti mirano alla divulgazione in ambito ESG e all'integrazione del rischio ambientale, come l’articolo 1731 in Francia, l’Accordo di Parigi risultante dalla COP21, le raccomandazioni del TCFD2 o il Piano d'azione per finanziare la crescita sostenibile della Commissione europea. Nel frattempo, gli investitori del ramo retail si interessano a prodotti più rispettosi dell'ambiente, i green label penetrano man mano nel settore finanziario, mentre le ONG segnalano di continuo scandali ambientali e tentativi di greenwashing. Di conseguenza, la necessità di qualificare professionalmente gli investimenti come "green" e "brown" non è mai stata così elevata.

In questo contesto, l'iniziativa NEC, ovvero Net Environmental Contribution ("contributo ambientale netto"), mira a fornire agli investitori un sistema di parametri efficace, solido e completo per orientare le decisioni di investimento e misurarne l'impatto. Il sistema di parametri è stato pensato per essere utilizzato da qualsiasi tipo di player finanziario a livello di prodotti, società, portafogli e indici. All'inizio del 2019, i cofondatori dell'iniziativa, ovvero Quantis, provider leader di soluzioni sostenibili dal punto di vista ambientale, I Care&Consult, società di consulenza imprenditoriale dedicata alla transizione ambientale, e Sycomore AM, uno dei principali asset  Manager SRI, hanno firmato un accordo di collaborazione. Sycomore AM, in origine titolare della proprietà intellettuale di NEC, è attualmente impegnata a contribuire all'iniziativa con la totalità del marchio e della proprietà intellettuale. I Care&Consult ha riunito i primi esperti che hanno lavorato sulla metodologia già nel 2015. Quantis, entrata a far parte del team di sviluppo nel 2016 apportando la sua vasta esperienza nel lavoro collaborativo di ricerca e sviluppo e nelle piattaforme precompetitive, è stata incaricata di gestire l’Iniziativa. Novethic ha già confermato la propria adesione ed è stato manifestato grande interesse da molte altre fonti3.

Un background di ricerca e sviluppo di 4 anni

Gli indicatori a disposizione degli investitori non sono in genere completamente trasparenti oppure, come la carbon footprint del portafoglio, celano un valore limitato per il processo decisionale. In questo contesto fuorviante, l'iniziativa NEC è stata pensata per fornire una visione aggregata dell'allineamento degli emittenti ("contributo netto") con la transizione ambientale, comprendendo l'intera catena del valore e andando "oltre il carbonio" all'interno di Sycomore Eco Solutions, un fondo azionario quotato lanciato nel 2015. Nel 2017, NEC è stata testata e distribuita sui 7 miliardi di euro di AuM di Sycomore AM e sui suoi indici di riferimento. Nel 2019 copre più di 1.300 titoli a reddito fisso e di capitale, è utilizzata da diversi clienti di I Care&Consult e da Sycomore AM nella rendicontazione mensile e nelle informative obbligatorie ai sensi dell'articolo 1734.

Il sistema di parametri NEC ha lo scopo di valutare in quale misura gli emittenti sono allineati, o disallineati, con la transizione ambientale in corso. Sulla base di unità fisiche, prende in considerazione vari aspetti ambientali, come il cambiamento climatico, l'acqua, la qualità dell'aria, la biodiversità e la produzione di rifiuti. NEC adotta un approccio basato sul "ciclo di vita", esaminando questi impatti in tutte le catene del valore. Il risultato è un unico dato per emittente, basato sulle diverse attività sottostanti, che va da -100% a +100% e può essere applicato a tutti i settori e a tutte le tipologie di finanziamento, come illustrato di seguito.

Net Environmental Contribution graph

Fonte: Sycomore Asset Management - Responsible Way #7 - https://www.sycomore-am.com/emailing/images/invitation/L_ISR_WAY_by_Sycomore%20AM_EN.pdf

 

Un modello aperto

Considerate le emergenze ambientali, la scelta dell'open source è basata su tre assunti:

  • uno standard di mercato può emergere solo tramite la trasparenza e la comparabilità;

  • un approccio cooperativo si traduce in un impatto più rapido e più ampio;

  • una struttura aperta migliora la solidità e l'imparzialità.

L'Iniziativa NEC si pone quindi le seguenti missioni: fornire una metodologia e un sistema di parametri solido e trasparente, sensibilizzare e diffondere le conoscenze ambientali all'interno dei mercati finanziari, promuovere la collaborazione tra le parti interessate coinvolte negli investimenti responsabili. È aperto a tutti i soggetti interessati che operano nel settore finanziario (asset owner, asset manager, investitori, finanziatori, prestatori, provider di servizi finanziari, ecc.) o che interagiscono con il settore finanziario (emittenti, accademici, ONG, organizzazioni professionali, società di consulenza, istituzioni, ecc.).

L'iniziativa diffonderà, metterà alla prova, amplierà e aggiornerà periodicamente la propria metodologia, oltre a garantirne l'applicabilità e la comparabilità con altri standard emergenti come gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) dell'ONU, i metodi di allineamento per tentare di limitare a 2°C l'aumento della temperatura globale o le tassonomie "green". Per sostenere questo sforzo collettivo, il finanziamento principale proviene dalle quote di adesione da parte di membri e partner, che danno accesso al diritto di utilizzare pubblicamente il NEC. Sarà completato dagli sponsor, che forniscono sovvenzioni o contributi non finanziari. Infine, il pubblico in generale e tutti i membri beneficeranno del sito web dell'iniziativa. Pertanto, la comunità NEC auspicata è costituita da quattro tipologie di soggetti:

  • i partner guidano l'Iniziativa e apportano il massimo sostegno finanziario. In qualità di utenti esperti, acquisiscono e forniscono competenze e beneficiano di tutte le sessioni di formazione e del pieno accesso all'intero ventaglio di strumenti;

  • i membri sono utenti NEC di base, a fronte di una quota di adesione più modesta. Hanno accesso ai kit di formazione e alle linee guida di comunicazione da rispettare;

  • gli sponsor apportano finanziamenti complementari, attività di R&S o aiuto alla diffusione;

  • il grande pubblico ha libero accesso alla metodologia NEC, alle fonti di dati e ai tutorial.

NEC e performance finanziaria

Rimane aperta una domanda di fondamentale importanza: che cosa ci dice il NEC sulla performance finanziaria? Un recente studio5 ha cercato di rispondere a questa domanda attraverso l'analisi dello STOXX 600 nel periodo 2013-20186. È stato dimostrato che:

  • emergono modelli simili tra NEC e performance azionaria, prendendo in considerazione un periodo di 3 e 5 anni (non oltre 1 anno), mentre la strategia con il miglior NEC (+25%) ottiene il rendimento più elevato e commisurato al rischio;

  • l'effetto di selezione del NEC non è influenzato in modo significativo dalla capitalizzazione di mercato né dall'allocazione settoriale;

  • il sistema di parametri NEC fornisce risultati completamente diversi dalle valutazioni ambientali esistenti.

Anche se questo studio deve essere ancora completato, il rischio di transizione misurato dal sistema di parametri NEC sembra avere un impatto sul rendimento azionario; pertanto, questi risultati preliminari rafforzano la nostra convinzione secondo cui l'iniziativa NEC debba essere ulteriormente sviluppata e implementata.

 

JEAN GUILLAUME PELADAN 
Head of Environmental Strategy – Sycomore AM

Jean-Guillaume ha lavorato per 16 anni presso il Boston Consulting Group e in Suez prima di entrare a far parte dell'Agenzia francese per l'ambiente e la gestione dell'energia nel 2010, come
Director of Investments for the Future. Nel 2015 è entrato in Sycomore AM come Head of the
Environmental Strategy e ha lanciato Sycomore Eco Solutions. Laureato all'Ecole Polytechnique e
all'Ecole des Mines ParisTech, esperto ambientale, docente e scrittore, Jean-Guillaume è stato
coinvolto nell'attività di diverse ONG, come la filiale francese del Sustainable Investment Forum.

 

(1) L'articolo 173 della Legge sulla transizione energetica per la crescita green, entrata in vigore nel 2015. (2) Task force sull'informativa finanziaria relativa al clima del Consiglio per la stabilità finanziaria su richiesta del G20, relazione finale del 2017. (3) Il contatto dell'Iniziativa NEC è Vanessa Pasquet, vanessa.pasquet@quantisintl.com . L'accesso completo al pacchetto di due diligence viene concesso direttamente dopo la firma di un accordo di non divulgazione. (4) Our Magazine - Sycomore Asset Management - 05 novembre 2018 - https://en.sycomoream.com/Our-Magazine/2018/11/583-Net-Environmental-Contribution-Sycomore-AM-and-partners-open-source-new-multi-issue-environmentalmetric-for-finance-industry (5) "Is the transition risk material? Testing the Net Environmental Contribution metric on a universe of listed European equities", presentato da Sycomore AM e BNP Paribas Securities Services in occasione del 12° International Financial Risk Forum, organizzato dall'Institut Louis Bachelier di Parigi il 18-19 marzo 2019. (6) Versione NEC β calcolata da Sycomore AM, I Care & Consult e Quantis, principalmente con dati 2016, il proxy NEC STOXX 600 pari a -2%.

Ti è piaciuto questo articolo ?
+1
0