!css

Securities Services: è ora di guardare avanti

25/07/2019

Il mercato dei servizi di custodia è ormai fortemente commoditizzato e sempre più saturo, rendendo l'intero settore vulnerabile agli eventi e al potenziale consolidamento.

Nel suo intervento al The Network Forum (TNF) tenutosi ad Atene il 12 giugno scorso, Gildas le Treut, Global Head of Coverage presso Societe Generale Securities Services (SGSS), ha riconosciuto che il mercato dei servizi di custodia è ormai fortemente commoditizzato e sempre più saturo, rendendo l'intero settore vulnerabile agli eventi e al potenziale consolidamento. Anche se i depositari sono fortemente in competizione sulle commissioni, le Treut ha affermato che saranno i provider dotati della migliore infrastruttura tecnologica e di dati all'avanguardia a emergere.

La giusta cultura dell'innovazione

I programmi di innovazione delle banche incontrano una serie di ostacoli, tra cui gli obblighi di conformità normativa, le complesse procedure di approvazione e di acquisizione, e il continuo ricorso a tecnologie che diventano progressivamente obsolete. Tuttavia, provider come SGSS stanno compiendo sforzi per creare un ambiente maturo per l'innovazione. Anche se in SGSS i valori culturali e la strategia aziendale complessiva arrivano direttamente dall'alto, l'innovazione è invece incoraggiata in tutta l'organizzazione, in un processo dal basso verso l'alto.

Sfruttare il mercato FinTech

Storicamente, gli aggiornamenti tecnologici o le iniziative di ammodernamento delle piattaforme presso le banche sono stati realizzati all'interno di reti chiuse e proprietarie. In futuro la situazione è destinata a cambiare, dal momento che la tecnologia open source è sempre più presente in ambito software e che le banche tendono a collaborare spesso con le FinTech per fornire nuove soluzioni ai clienti.

"È fondamentale che le banche collaborino con le FinTech allo scopo di garantirsi un vantaggio competitivo. Noi di SGSS facciamo leva sulla nostra piattaforma di incubazione Le Plateau, che supporta programmi di innovazione a livello interno ed esterno. Su Le Plateau sono presenti attualmente 60 start-up e altre 20 sono state integrate nel business. Sono stati compiuti progressi tangibili". Ad esempio Societe Generale, in collaborazione con la start-up “Societe Generale FORGE”, ha di recente emesso 100 milioni di euro in obbligazioni garantite sotto forma di token attraverso la blockchain di Ethereum, generando efficienze diffuse in tutto il processo, in particolare nel facilitare una maggiore e migliore trasparenza, una negoziabilità più veloce, un regolamento più rapido e una ridotta intermediazione1.  

Utilizzare i dati con criterio

Dato che i provider di servizi di post trading immagazzinano più dati, stanno individuando metodi sempre più innovativi per usufruirne. Attraverso l'intelligenza artificiale (AI, machine learning, elaborazione del linguaggio naturale, computer vision) e la Robotic Process Automation (RPA), le banche stanno entrando in possesso di determinati dati, analizzandoli e identificando tendenze e schemi anomali in aree quali il rischio operativo (es. insider trading, money laundering). In altri casi, alcuni provider di servizi di custodia utilizzano soluzioni AI/RPA per fornire assistenza ai loro clienti o per adempiere agli obblighi normativi di informativa.

Anche se i dati possono essere sfruttati in diversi modi dalle banche, esistono dei rischi. L'AI/RPA funziona solo se i dati utilizzati sono affidabili. Se i dati sono poco affidabili, queste tecnologie non saranno in grado di svolgere correttamente il loro dovere. Ad esempio, se un software RPA elabora informazioni incomplete, produrrà risultati parziali, mentre una soluzione di analisi AI potrebbe generare risultati sproporzionati a causa di dati poco affidabili, identificando tendenze errate o casuali. Insomma, dati inadeguati si traducono in risultati di scarsa qualità. Il trattamento dei dati deve inoltre essere effettuato nel rispetto di norme quali il Regolamento generale sulla protezione dei dati e le norme sul segreto bancario.

"I nostri data lake che ospitano grandi quantità di dati dei clienti sono rigorosamente protetti. Sono stati attivati Chinese Walls per impedire che soggetti non autorizzati accedano ai dati".

Creare valore

Attraverso un'efficace co-creazione condivisa con i clienti, che prevede in particolare la collaborazione per creare servizi nuovi e dinamici, i depositari possono rafforzare la loro offerta di valore. È probabile che questi processi di co-creazione diventino più prolifici in tutto il settore. Dato che i provider di servizi post trading continuano a percorrere la strada della trasformazione digitale, è fondamentale che gli interessi dei clienti abbiano la priorità. Ciò significa che l'innovazione deve avere uno scopo (ovvero fornire valore al cliente) in modo che le tecnologie innovative risolvano effettivamente i problemi reali.

In conformità ai requisiti normativi, SGSS ha utilizzato le Application Programming Interfaces ("API") per accumulare dati sugli investitori in fondi da parte dei distributori e dei transfer agent al fine di fornire ai clienti degli asset manager una migliore visibilità sul comportamento dei loro clienti. "Integrando le informazioni in un data lake, possiamo condividere una visione consolidata sui dati degli investitori tramite API per i clienti dei fund manager. Non solo questo può aiutarli a conformarsi alle regole del mercato ai sensi della direttiva MiFID II, ma può anche garantire una migliore comprensione del comportamento dei clienti, consentendo loro di confrontare queste informazioni con quelle dei loro competitor".

Consapevoli del fatto che il vecchio modello non è più efficace ed è inoltre a rischio di disintermediazione, le banche stanno cambiando i propri metodi di lavoro, creando una cultura dell'innovazione al loro interno, collaborando con FinTech esterne per fornire una gamma più ampia di prodotti ai clienti e assumendo nuovi brillanti talenti esperti in digitalizzazione.

"In futuro, il principale elemento di differenziazione per i depositari saranno la loro tecnologia, i loro dati e pochissimo altro".


1 Societe Generale (23 aprile 2019) Societe Generale ha emesso la prima obbligazione garantita come security token su una blockchain pubblica

Ti è piaciuto questo articolo ?
+1
0